12
Posted 24 marzo 2010 by Adelio Fioritto in News
 
 

CITTADINANZ@TTIVA : report sulla trasparenza


Questa mattina ho ricevuto un’interessante email sul primo rapporto redatto da CITTADINANZ@TTIVA inerente la trasparenza della Pubblica Amministrazione e dei Servizi Pubblici.

“Il diritto alla trasparenza, che è uno dei diritti basilari del cittadino-consumatore, in un ambito come
quello della pubblica amministrazione e dei servizi locali diviene fondamentale. Infatti, se nei settori
liberalizzati in mancanza di informazioni fornite da un operatore ci si può rivolgere ad un altro, nel caso
della pubblica amministrazione il cittadino non ha possibilità di scegliere ed è costretto a soccombere.
Questo I° Rapporto sulla Trasparenza, partendo dal concetto di trasparenza così declinato, si pone
l’obiettivo di evidenziare particolari situazioni di “opacità” della pubblica amministrazione causate
proprio dalla mancanza di trasparenza.”

tratto da I.1 Il significato dell’iniziativa – Report Trasparenza
Link download: http://www.cittadinanzattiva.it/documenti-generale/cat_view/149-dossier.html

 

Non ho ancora avuto il tempo di leggerlo tutto, ma è evidente come il nostro Paese sia estremamente “poco trasparente”, tant’è vero che basta dare un occhiata alla tabella riepilogativa presente in pag. 4

Sono molto interessanti anche i commenti che vengono proposti nel documento al paragrafo I.3

“Trasparenza, assieme a valutazione, sono le due parole d’ordine con cui questo Governo sta
affrontando la necessaria e ormai improrogabile modernizzazione della Pubblica Amministrazione.
Sono strumenti finalizzati a garantire tale scopo l’uso di internet per far conoscere le retribuzioni dei
dirigenti della P.A, il controllo delle consulenze, la diffusione periodica dei dati sull’assenteismo, e così
via. Per il cittadino comune però la parola trasparenza vuole dire anche qualcosa di più. Non solo la
opportunità di conoscere e controllare il funzionamento interno di una amministrazione per “snidare” i
fannulloni, ma anche la possibilità di avere una informazione corretta, di conoscere anticipatamente e
cortesemente le procedure da seguire, di poter avviare un’azione di tutela secondo modalità note, di
avere la garanzia della trasparenza delle liste d’attesa negli asili nido o nei servizi sanitari.

La trasparenza è quindi un diritto a più facce. Il problema è che il volto di cui il cittadino ha esperienza
diretta è quello che riguarda i disservizi quotidiani, le difficoltà di accesso e di ristoro. Una riforma
profonda della P.A. non può non misurarsi con i fenomeni che vengono presentati in questo Rapporto.
Per assurdo un cittadino potrebbe guardare con indifferenza la pubblicazione su internet degli stipendi
dei dipendenti del Ministero dell’Economia, mentre considera inaccettabile essersi trovato di fronte ad
una cartella pazza, senza alcuna informazione chiara sulle modalità di ricorso o sapere di avere diritto
ad un bonus sociale, senza poterlo esercitare tale diritto a causa delle contraddizioni e della opacità
delle procedure.

L’altra faccia della trasparenza si deve quindi misurare con il diritto all’informazione, il diritto
all’accesso ai servizi, il diritto alla tutela. Senza l’esercizio di tali diritti in modo uniforme e non
discrezionale, l’impegno per la trasparenza rischia di non incidere sui comportamenti scorretti, la
deresponsabilizzazione, l’uso distorto del servizio pubblico.
I dati che vengono presentati possono
rappresentare una sorta di agenda delle cose da fare, che avrebbe il pregio di privilegiare il punto di
vista e l’esperienza del cittadino utenti in merito al funzionamento della Pubblica Amministrazione.”

 

Ho voluto evidenziare alcuni paragrafi perchè reputo che siano di fondamentale importanza.

La nostra Amministrazione Comunale ha fatto passi da gigante.
– Abbiamo pubblicato su Rionero 24 Ore, di concerto con il sito ufficiale, la quasi totalità delle delibere.
– Si sono esposte le nuove tariffe applicate a partire dal 1° Gennaio, a sole poche ore dalla loro deliberazione.
– Tramite la VideoIntervista si è sono affrontate tutte le tematiche proposte sul portale anche in forma anonima.
– Su Internet, a domanda, vi è quasi sempre data risposta.

Insomma, sembra davvero che stiamo uscendo “fuori dal tunnel” dell’opacità considerando il fatto che, solo fino a qualche mese fa, risultava praticamente impossibile avere accesso a dati pubblici quali bandi, delibere etc etc, anche e soprattutto da parte degli stessi consiglieri comunali.
Tutto ciò ora non solo è possibile, ma addirittura lo si diffondo anche tramite la rete.

C’è sicuramente ancora molta strada da percorrere, di fatto stiamo facendo una corsa contro il tempo per adeguarci a tante altre realtà, ma c’è da dire che da parte della nostra “casa rosada” pare proprio che ci sia la piena intenzione di proseguire insieme lungo questo cammino.

Proprio nell’ottica della “Trasparenza Pura”, infatti, mancano ancora i resoconti degli stipendi, del tasso di assenteismo per reparto, vale a dire tutte le varie questioni centrali del ministro Brunetta, ma sono sicuro che a piccoli passi Rionero Sannitico riuscirà ad essere da Esempio per molte altre Amministrazioni Comunali.

A presto,

A.F.

 

ps: è possibile scaricare l’intero documento cliccando qui.

Mi piace(0)Non mi piace(0)

Adelio Fioritto